I ÒLT DA RIVA le maschere lignee di Rivamonte Agordino

I ÒLT DA RIVA , l’origine delle bellissime maschere di legno di Rivamonte Agordino


Nonostante fosse necessario faticare moltissimo per guadagnarsi una fetta di polenta e poco companatico, anche una volta durante il carnevale si cercava di improvvisare qualche festa con i pochi mezzi di cui si disponeva.

Le prime maschere ricordate a Rivamonte sono “i òlt da La Spia”.

Si trattava di maschere lignee, ispirate all’orrido: una parte con sembianze maschili e una parte con sembianze femminili, intagliate da Crispino Selle, abitante a La Spia (frazione di Rivamonte), ai primi del Novecento.

Un’altra occasione in cui furono prodotte maschere lignee ebbe luogo appena dopo la seconda guerra mondiale: un’allegra comitiva di giovani si radunò in località Burèla, presso il laboratorio di falegnameria di Celeste Mottes e un po’ scherzando e un po’ lavorando secondo le loro capacità, riuscì a sfornare un discreto numero di volti lignei, detti “òlt da Riva”, che ispiravano il riso e l’allegria.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi, la tradizione dei volti lignei a Rivamonte prosegue ancora grazie all’abilità di Giovanni Battista Bressan che si diletta a scolpire “òlt da Riva”, riscuotendo successi e riconoscimenti in Italia e all’estero.

Il gruppo partecipa alle più belle sfilate, in dialetto locale dette le “mascherede o mascorade” e balli, durante tutto il periodo di carnevale.

Oltre quindi a Rivamonte, li potrete vedere anche a Dosolego ( Comelico Sup.) a Sottoguda per la Mascoreda, a Canale d’Agordo durante la Zinghenesta e la Mascorada a Laste.

Potete contattare  gli “ÒLT DA RIVA e restare aggiornati su eventi e sfilate sulla pagina 

facebook.com/LadindelPoichebala   oppure al 349.4934799.

 

 

Credits : Foto e testi del Gruppo e Arianna Naldo

1° Edizione Olt da Riva e Compagnia Bela_mascherata di Carnevale 2020

Leave your comment